Mettiamo le Persone al centro dei nostri progetti

Nomina di un consulente ADR entro il 31/12/2022

rifiuti sicurezza luoghi di lavoro trasporti Dec 21, 2022

Il 31 dicembre 2022 p.v. terminerà il periodo di deroga previsto dalla vigente normativa in relazione alla nomina del consulente ADR per le imprese che partecipano al trasporto di merci/rifiuti pericolosi solo come speditori. 

Ma vediamo cosa si intende con il termine "speditori".

Secondo l’ADR questo termine identifica “tutte le imprese che spediscono merci pericolose per conto proprio o per conto terzi. Quando il trasporto è effettuato sulla base di un contratto di trasporto, secondo questo contratto è considerato come speditore”.

Stando questa definizione, gli altri operatori coinvolti nel trasporto delle Merci Pericolose sono:

  • Imballatore, l’impresa che riempie gli imballaggi con le merci pericolose;
  • Riempitore, l’impresa che riempie con merci pericolose una cisterna o un veicolo-batteria o CGEM;
  • Caricatore, l’impresa che carica merci pericolose imballate, piccoli container o cisterne mobili su un veicolo/container;
  • Trasportatore, l’impresa che esegue il trasporto con o senza contratto di trasporto;
  • Scaricatore, l’impresa che rimuove un container o una cisterna mobile da un veicolo oppure scarica merci pericolose imballate;
  • Destinatario, il destinatario secondo il contratto di trasporto.

    Vediamo quali sono le sanzioni per i mancati adempimenti:
  • La mancata nomina di un consulente ADR comporta sanzioni da 6.000 a 36.000 euro e importanti responsabilità per il datore di lavoro e l’RSPP in caso di incidente e mancata nomina (rif. D.Lgs 35 27/01/10).

    Se questo termine verrà confermato senza ulteriori proroghe o nuovi criteri di applicazione, tutti coloro che dovranno spedire merci e/o rifiuti pericolosi saranno obbligati a nominare un consulente ADR.